Sindacato Europeo dei Lavoratori

a cura di Giuseppe Criseo

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter


L’Avv. Alfio G. MEDEA di Lecce interviene sulla questione PENSIONE dei dipendenti della Regione Puglia

POSTA e RISPOSTA n°112 è Tua, caro Collega Avv. ALFIO G. MEDEA, e, con l’augurio che la questione che poni possa trovare una soluzione in tempi ragionevoli, Ti ringrazio anticipatamente per l’intervento e l’assiduità con cui segui il Portale: “E’ una situazione simile a quella di diversi dipendenti della Regione Puglia che hanno lascito il servizio anticipatamente ed in modo incentivato, ai sensi di una legge regionale. Lasciato il servizio ed atteso il raggiungimento dei 65 anni d’età (maschi) per la maturazione della pensione di vecchiaia ( maturata nel settembre 2011), si son visti rinviare di un anno il diritto a ricevere la pensione. La Regione Puglia non intende nè riassumerli, nè utilizzarli contratto a tempo determinato della durata di un anno, e l’Inpdap si limita a dire che applica la legge. E’ stato interessato anche il Ministro Brunetta, perchè si adotti una disposizione governativa (o leggina interpretativa) per chiarire che il differimento della pensione vale per coloro che sono in servizio e non per coloro che (da anni) non sono più in servizio e che, quindi, non percepiscono più alcun compenso dall’ente di appartenen! za e resterebbero, quindi, anche senza pensione per un anno. Si attende un riscontro. Ma il Governo ha il tempo e la voglia di pensare anche a questi casi drammatici per la gente comune? avv. Alfio G. Medea”. – L’Avv. Alfio Gianni Medea, con studio in Lecce, prende le mosse dalla news sui dipendenti dell’Enel, pubblicata da Studio Cataldi il 25 ago ’11 sul caso dei dipendenti dell’Enel. ANTONIO-KIANONOKIA (utenza identificata) non è un avvocato, ma un caloroso lettore che vuol far sentire a CALOGERO ed agli altri interessati dalla vicenda Enel il suo appoggio: “Carissimo Calogero, mi chiamo Antonio e dopo aver letto la tua situazione ritengo che: Dovreste proporre al Vs. datore di lavoro di mettervi in mobilità per il tempo che vi necessita per raggiungere il requisito pensionistico previsto dalla legge. E’ il mio modesto suggerimento che nel mio caso ha funzionato. Non sono un Legale e vi auguro un cordiale ‘in bocca al lupo’ Ciao”. Un suggerimento ci giunge dalla lettrice DUCEZIOSIKULO: “Preg.mo Calogero, sono avvocato e mio marito è impiegato all’Enel spa, in ordine al tuo quesito Ti posso rassicurare e incoraggiare in quanto puoi procedere con serenità a richiedere la revisione dell’accordo. Questo te lo posso affermare in quanto, per la mia esperienza in merito a tali specifici accordi conclusi dall’Enel, l’unica che ha guadagnato è proprio tale azienda, per il risparmio economico che ha conseguito pari al doppio del tuo stipendio. Inoltre, l’accordo è rivedibile proprio in funzione della nuova normativa di cui non potevi essere a conoscenza al momento della sottoscrizione e, pertanto, se l’avessi conosciuta non avresti sottoscritto il tuo auto licenziamento. Resto a tua disposizione per ulteriori consigli senza alcun impegno. saluti.” – Grazie all’Avv. Medea ed ad Antonio per i graditi contributi ed alla visitatrice DUCEZIOSIKULO per l’intervento ancorato ad una conoscenza diretta della vicenda.

Popular Posts

Sea Handling, il Sin

                    ...

“UNITI PER UNIRE

“UNITI PER UNIRE” ;MOVIMENTO D’OPINIONE INTERNAZIONALE ,INTERDISCIPLINARE Cos’è questo nuovo movimento? Lo ...

La nota della Direzi

Riportiamo quanto pervenutoci dalla Direzione Generale dell'Asl in seguito alla ...

Sea Handing, concili

sito: http://www.sindacatoeuropeolavoratori.it/ e-mail: segreteria-generale@sindacatoeuropeolavoratori.it Sea Handing, conciliare costi e futuro Non avrei pensato ...

legge per le Persone

Interventi ...

Sponsors