Sindacato Europeo dei Lavoratori

a cura di Giuseppe Criseo

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter

Egr. Sig. Ministro Dr. Lorenzin,

 

Le chiediamo di intervenire e tutelare i cittadini dell’Ossola, che già da anni sono preoccupati non solo per il recente episodio di cui Lei sarà sicuramente a conoscenza.

Dopo la mobilitazione per la chiusura del punto nascite di Domodossola, con riaperture alternate e limitate del  punto nascite che è  un riferimento per migliaia di persone che vivono nelle valli, lo sconcerto è evidente: è morta una bimba dopo 7 ore di attesa e rimbalzi di responsabilità tra un ospedale e l’altro.

Si tenga conto che l’ospedale San Biagio di Domodossola è sede di DEA ove debbono essere presenti le aree di medicina, chirurgia e materno infantile pena il declassamento del DEA e di conseguenza dell’ospedale.

Ora, sul tragico caso,  ci saranno indagini, prese di distanza, burocrazia, scarico e addossamento di responsabilità degli uni sugli altri.

Nel frattempo i genitori piangono…

Noi vorremmo una sanità migliore e più vicina ai cittadini, anche a quelli delle periferie e uguale in tutte le regioni di Italia, come previsto dall’Art. 32:

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”.

Non ci basta aggiungere  le solite frasi di rito: del tipo “non devono più accadere queste cose”, occorre mettere mano concreta, organizzare le strutture che ci sono, distribuendo eguali servizi a tutti i cittadini, raggiungendoli in ogni parte d’Italia, senza costringerli a soffrire e vedere morire i loro figli.

Tenga conto che la sanità non può essere realizzata ad alti livelli solo nelle aree metropolitane, ma nel nostro Paese come nel  Piemonte (Pie Monte)  la sanità deve essere al servizio dei cittadini  con servizi “di base” essenziali  di base con DEA di primo livello funzionanti.

Ci deve essere  con un servizio celere e funzionante, e ci riferiamo evidentemente al  118.

L’Ossola è una periferia per antonomasia collocata vicino alla Svizzera e  con un territorio montano, più vicina alla Lombardia e a Milano che a Torino.

Siamo consapevoli che la sanità è prevalentemente di competenza regionale e sono stati costruite tra le regioni,  una sorta di barriere che solo individualmente si riesce a superare, ma siamo fiduciosi in un suo intervento.

Distinti saluti

Giuseppe Criseo                                                           Bernardino Gallo

Segretario Generale                                                   Presidente associazione SOS Ossola

Sindacato Europeo dei Lavoratori                            ex presidente USSL 56 Ossola

www.sindacatoeuropeolavoratori.it

 

 

Giuseppe Criseo

Segretario Generale del Sindacato Europeo dei Lavoratori

 

Bernardino Gallo

Presidente associazione SOS Ossola – ex presidente USSL 56 Ossola

Comments are closed.

Popular Posts

Sea Handling, il Sin

                    ...

“UNITI PER UNIRE

“UNITI PER UNIRE” ;MOVIMENTO D’OPINIONE INTERNAZIONALE ,INTERDISCIPLINARE Cos’è questo nuovo movimento? Lo ...

La nota della Direzi

Riportiamo quanto pervenutoci dalla Direzione Generale dell'Asl in seguito alla ...

Sea Handing, concili

sito: http://www.sindacatoeuropeolavoratori.it/ e-mail: segreteria-generale@sindacatoeuropeolavoratori.it Sea Handing, conciliare costi e futuro Non avrei pensato ...

legge per le Persone

Interventi ...

Sponsors